sabato 13 ottobre 2018

Spumante Metodo Classico Brut "Cuvee Saccomani-Veneri" S.A. - Corte Quaiara

Buonasera a tutti e ben ritrovati!

Purtroppo in questo periodo sono stato come si dice un po' "uccel di bosco" causa impegni vari. Vediamo di recuperare iniziando da un Metodo Classico prodotto in Veneto in provincia di Verona; stiamo parlando del Brut "Cuvee Saccomani-Veneri" S.A. Prodotto da Corte Quaiara. 
L'8 Dicembre del 2017 ho pubblicato la degustazione della versione Vintage 2008.

Prodotto con uve Pinot Nero e Chardonnay, rimane in bottiglia prima della sboccatura ben 70 mesi e la bottiglia assaggiata è stata Sboccata nel Novembre 2014.

Vediamo com'è: 

Alla Vista è di un bellissimo paglierino dorato con perlage abbondante e finissimo;

al Naso elegantissimo, intenso, con un ampio bouquet che si esprime con un exploit di sentori agrumati in primo piano, di lime, pompelmo e bergamotto, a cui seguono note minerali e balsamiche, floreali di robinia e glicine, fruttate di litchi e frutto della passione e speziate di zenzero.

In Bocca da il meglio di se: verticale, sapido, freschissimo. Nonostante la spiccatissima acidità che lo contraddistingue, risulta armonico ed equilibrato grazie alla morbidezza e alla rotondità dovute da una componente glicerica di tutto rispetto e alla setosità delle fini bollicine.

Chapeau!!!!!!

Buone degustazioni a tutti!

D.B. 



domenica 16 settembre 2018

Riviera Ligure di Ponente D.O.C. Pigato "Cappellania" 2017 - Cantina Riccardo Sancio

Buona serata e buona fine domenica!

Fine estate, tra poco si comincerà a mangiare piatti più complessi, grassi e strutturati, tipici invernali e quindi arrivederci o quasi ai vini "estivi"; approfittiamo di questi ultimi scampoli di bel tempo e anche di caldo per bere ancora qualche vino fresco.

Quindi oggi parleremo del Riviera Ligure di Ponente D.O.C. Pigato "Cappellania" 2017 prodotto dalla Cantina Riccardo Sancio, sita a Spotorno, in Liguria provincia di Savona.

Si tratta di un Pigato in purezza, le cui uve provengono da vigneti situati appunto in zona "Cappellania", da qui il nome del vino.

Alla Vista è color paglierino-dorato-pallido e molto luminoso;

al Naso non è tanto intenso ma elegante e "marino", con un bouquet molto ampio che va dai sentori iodati e salmastri che si sentono in riva al mare, alle note floreali di glicine e ginestra, erbe officinali e macchia mediterranea, fruttate di litchi e frutto della passione, agrumate di lime, per terminare con quelle balsamiche e minerali.

In Bocca, nonostante i suoi 14° è equilibratissimo, armonico, molto fresco e sapido, coerente con quanto sentito precedentemente al naso, a cui si aggiungono in centro bocca sapori speziati e nel finale anche la radice di liquirizia. Abbastanza persistente e con una buona glicericità che rende il vino rotondo e pieno.

Gran bel vino con un rapporto Prezzo/Qualità eccezionale; potenziale d'invecchiamento di almeno 4-5 anni.

Buone degustazioni a  tutti!

D.B.

domenica 9 settembre 2018

Champagne Cuvée Spéciale Cramant Brut "Lancelot Fils" Blanc de Blancs Grand Cru 2012 - Lancelot Goussard

Buongiorno e buona domenica a tutti!

Un appassionato di vino, amante delle bollicine, non può non prediligere il re delle perlage: lo Champagne. Oggi assaggeremo appunto lo Champagne Brut Blanc de Blancs Grand Cru- Cuvée Spéciale Cramant 2012 prodotto  dalla Lancelot Goussard sita ad Avize.

Prodotto con uve Chardonnay provenienti da vigneti di età variabile dai 35 ai 50 anni situati unicamente nel territorio del Cremant; si tratta di un millesimato, quindi in questo caso le uve sono tutte della vendemmia 2012.

Alla Vista è di color giallo oro molto luminoso, con perlage finissimo ed abbondante;

al Naso è elegante, "Champagnoso" con le note di crema pasticcera che si fondono con quelle agrumate di scorza di cedro, sentori balsamici e speziati di zenzero oltre che floreali di forsizia.

In Bocca è esattamente come ce lo si immagina quando lo si sente al naso, cremoso, armonico, corrispondentissimo a quanto si è sentito all'olfatto, un miscuglio equilibratissimo di crema,  agrumi spezie e balsamicità.

Eccellente!!!!

Buone degustazioni a tutti!

D.B


martedì 4 settembre 2018

Offida D.O.C.G. Pecorino 2017 "Mida" - Azienda Agricola Allevi Maria Letizia

Buongiorno e buon rientro dalle vacanze a tutti!

Il girovagare per l'Italia durante le vacanze estive, mi ha portato alla degustazione di oggi: sto parlando dell'Offida D.O.C.G. Pecorino 2017 "Mida" prodotto dall'Azienda Agricola Allevi Maria Letizia, sita a Castorano in provincia di Ascoli Piceno.

Prodotto con uve Pecorino in purezza coltivate in regime di Agricoltura Biologica e provenienti da un piccolo vigneto di 1 ha situato a 250 mt. s.l.m. 
Produzione di uva di 40 q.li, fermentazione e successivo affinamento di 6 mesi in barrique, prima di stazionare per qualche mese in bottiglia. 

Alla Vista è color giallo paglierino dorato molto bello e luminoso;

al Naso è intenso, elegante, con sentori floreali di forsizia, speziati di pepe bianco e zenzero, di erbe officinali, note balsamiche e minerali.

In Bocca è fresco, sapido, pieno, armonico, corrispondente a quanto sentito al naso, con le note speziate, quelle minerali e quelle balsamiche, a cui si aggiunge la radice di liquirizia, che allungano per accompagnarlo in un finale di grandissima persistenza ed armonia.

Di questa Azienda ed in particolare di questo vino ho assaggiato varie annate, trovandolo sempre qualitativamente di ottimo livello. Anche questa annata non si smentisce certo. Avrebbe soltanto bisogno di "essere atteso" per almeno 3-4 anni.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

domenica 26 agosto 2018

Spumante Metodo Classico Lessini Durello Riserva D.O.C. Pas Dosè "Amedeo" 2013 - Ca' Rugate

Buongiorno e buona domenica a tutti gli appassionati di vino!

La mia passione per le bollicine, mi porta oggi ad assaggiare per Voi lettori uno Spumante metodo Classico prodotto nel a me vicino Veneto: sto parlando del Lessini Durello Riserva D.O.C. Pas Dosè "Amedeo" 2013 prodotto dall' Azienda Agricola Ca' Rugate.

Prodotto con uve Durello al 90% e per il rimanente 10% Garganega; 48 mesi circa sui lieviti (la bottiglia assaggiata da me è stata sboccata a Marzo del 2018).

Alla Vista è giallo paglierino pallido con riflessi dorati con perlage molto fine;

al Naso non si presenta intenso ma elegantissimo, con le note di fiori bianchi in primo piano (rubinia, biancospino, glicine, ginestra), poi quelle agrumate di lime, fruttate di nashi e litchi, speziate di zenzero, a cui fa seguito una grande mineralità e balsamicità.

In Bocca è verticale, asciutto, con l'acidità tipica del Durello che si sente netta, quasi tagliente; armonico, corrispondente al naso con una presa di posizione netta delle note agrumate-minerali che insieme allo zenzero, regalano all'assaggiatore un piacevolissimo e lunghissimo finale.

Da bersi come aperitivo, oppure abbinato a pesce, soprattutto crostacei e frutti di mare.

Gran buon Spumante! Complimenti al Produttore!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

martedì 21 agosto 2018

Colline Savonesi I.G.T. 2017 Lumassina - Cantina Sancio

Buonasera e, visto il periodo, buone vacanze!

Sono in ferie in Liguria, quindi Vi propongo un vino della zona del Savonese, non conosciuto da tutti:  il Colline Savonesi I.G.T. Lumassina (detto anche Mataosso), dell'annata 2017 della Cantina Sancio sita a Spotorno in provincia di Savona.

Prodotto con uve della varietà autoctona Lumassina in purezza, provenienti da vigneti terrazzati, allevati ad alberello, esposti a mezzogiorno con terreno limoso-argilloso-calcareo; resa di uva per ettaro 110 q.li. La vinificazione avviene in vasi d'acciaio

Vediamo com'è:

Alla Vista si presenta di un bel color paglierino con riflessi dorati;

al Naso è abbastanza intenso ed elegante, con note iodate che ricordano il mare e l'estate, floreali di robinia, agrumate di cedro, balsamiche e minerali leggermente ossidative.

In Bocca è fresco, sapidissimo, equilibrato, coerente con quanto sentito al naso, con un finale lunghissimo improntato sulle note minerali-balsamiche, accompagnate da una punta di erbe aromatiche. La glicerina gli conferisce un senso di rotondità e pienezza;

Buon prodotto che si fa bere molto volentieri sia come aperitivo che abbinato a pesce cucinato "all'acqua pazza" o in frittura.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.




mercoledì 15 agosto 2018

Riviera Ligure di Ponente Vermentino doc 2016 "Aimone" - Az. Agr. Bio Vio

Buongiorno e buon ferragosto a tutti!

Siamo in terra di Liguria, a Bastia d'Albenga, in provincia di Savona sulla Riviera di Ponente. 
Oggi Vi riproporrò un vino già assaggiato e postato su VinoDegustando ad Agosto dell'anno scorso, con un anno di affinamento in più: vediamo se e come si è evoluto.

Da uve Vermentino al 100%, provenienti da vigneti condotti in regime di agricoltura biologica e situati a circa 100 mt. s.l.m., impiantati in terreni argillosi (se volete maggiori info andate a vedere il mio post del 12 Agosto 2017 oppure su http://www.biovio.it/it/)

Alla Vista un bellissimo giallo paglierino con riflessi dorati;
al Naso e fresco, elegantissimo, con note floreali di ginestra e biancospino, fruttate di pesca bianca e gialla, agrumate di cedro, oltre a sentori speziati di pepe bianco e balsamico-minerali.
In Bocca e freschissimo, sapido, coerente con quanto percepito al naso; con le note speziate e agrumate che si allungano in un finale molto fresco, piacevole e persistente. La glicerina gli conferisce quella densità che contribuisce alla piacevole sensazione di rotondità.
Qualche timido accenno di evoluzione dall'assaggio di un anno fa, ma dimostra anche di avere ancora ampie possibilità di maturazione.
Gran bel prodotto estivo, da bere come aperitivo o accompagnato da piatti di pesce non elaborati.
Buone degustazioni a tutti!
D.B.



domenica 8 luglio 2018

Gavi D.O.C.G. Riserva "Vigna della Rovere verde" 2015 - Azienda Agricola La Mesma

Buongiorno e serena domenica a Voi amici di VinoDegustando!

Il Piemonte è sicuramente una delle Regioni Italiane più importanti e variegate dal punto di vista enologico; si producono, a seconda della zona di produzione, un po' tutte le tipologie di vino a partire dai grandi vini rossi da invecchiamento a quelli più semplici e beverini, fermi e frizzanti, per passare da importanti vini bianchi anche da invecchiamento, a quelli da consumo quotidiano anche in versione frizzante, Spumanti sia Metodo Classico che Charmat anche in versione dolce da dessert, per arrivare ai vini passiti.
Ha zone vitivinicole distribuite in quasi tutte le sue Province, con caratteristiche pedoclimatiche delle più varie, ecco perché tanto assortimento.

Oggi parleremo di un vino proveniente dalla provincia di Alessandria, posizionata nell'area Sud-Orientale: il Gavi D.O.C.G. e precisamente del Riserva "Vigna della Rovere verde" 2015 prodotto dall' Azienda Agricola La Mesma, sita proprio nel comune di Gavi.

Ottenuto da uve Cortese in purezza provenienti da vigneti situati in zona Tassarolo a circa 350 mt s.l.m. con esposizione Sud, di età superiore a 50 anni con una resa di uva per ettaro di circa 65 q.li; la vinificazione avviene vasche di cemento a temperatura controllata, per poi passare a trascorrere 12 mesi in serbatoi d'acciaio per poi affinare per altri 6 in bottiglia.

Vediamo ora come si presenta:

alla Vista è paglierino pallido con riflessi verdini.

Al Naso non è particolarmente intenso ma in compenso è elegante con sentori freschi che vanno dai fiori bianchi della glicine a quelli fruttati della mela golden e del litchi, per finire a note balsamiche e minerali;

in bocca si presenta sapido e freschissimo, corrispondente al naso, molto persistente, con un finale floreale-minerale molto piacevole.

Quando l'ho assaggiato l'anno scorso in Azienda non l'ho apprezzato come adesso, ma gli ho voluto dare fiducia perché presentava potenzialità che stanno gradatamente uscendo.

Ottimo bianco da aperitivo o da accompagnare a piatti di pesce cucinato ai ferri o con condimenti non troppo saporiti.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.




domenica 1 luglio 2018

Lugana D.O.C. "San Vigilio" 2017 - Selva Capuzza

Buongiorno e buona domenica!

Ci troviamo in quella zona vinicola del Lago di Garda a cavallo tra Lombardia e Veneto in cui si produce uno dei vini bianchi italiani più conosciuti, il Lugana; questa sera Vi parlerò proprio di un Lugana D.O.C., il "San Vigilio" 2017 prodotto dall' Azienda Selva Capuzza ubicata a Sirmione in provincia di Brescia (https://www.selvacapuzza.it/).

Ottenuto da uve Trebbiano di Lugana, qui chiamato anche "Turbiana", raccolte a mano e pressate sofficemente; la fermentazione alcolica viene svolta con lieviti selezionati a temperatura controllata. 
Nei mesi invernali il vino si affina a contatto delle fecce fini con continui battonage in serbatoi di acciaio; tra Marzo e Aprile viene imbottigliato e dopo un paio di mesi di affinamento in bottiglia, inizia la commercializzazione.

Alla Vista è di color paglierino pallido con riflessi verdini;

al Naso non è tanto intenso, ma abbastanza elegante, con sentori di pesca bianca, cedro, fiori bianchi, note erbacee di fieno e qualche accenno balsamico.

In Bocca è fresco e sapido, corrispondente al naso, con una prevalenza agrumato/balsamica che si percepisce nettamente anche nel lungo finale.

Vino estivo, fresco e beverino!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.



domenica 17 giugno 2018

Cerasuolo di Vittoria "Principuzzu" 2016 - Az. Agricola Boscaris

Buona domenica!

La degustazione di oggi riguarda un vino prodotto da una piccolissima azienda famigliare situata ad Acate in provincia di Ragusa: l'Azienda Agricola Boscaris. Bellissima zona del Sud orientale della Sicilia, famosa per il patrimonio architettonico e artistico che offre.

La produzione avviene con sistemi che rispittano la natura e ciò che essa produce.

Il vino in questione è il Cerasuolo di Vittoria "Principuzzu" 2016: ottenuto con uve Nero d'Avola al 60% e Frappato di Vittoria per il restante 40%, coltivate a controspalliera e ad alberello.

La fermentazione avviene in acciaio ad una temperatura che varia tra i 22 e i 27° C. Sosta, sempre in acciaio per 12 mesi e affina in bottiglia per altri 9 prima di essere messo in commercio.

Alla Vista si presenta col caratteristico color rosso rubino di questa tipologia di vino;

al Naso è abbastanza intenso, con sentori fruttati di ciliegia Ferrovia, fragola, lampone e leggere note speziate di pepe bianco.

La Bocca è fresca e sapida, equilibrata e coerente con quanto sentito al naso, con un centrobocca speziato che insieme ad un gusto balsamico si allunga in un piacevole finale abbastanza persistente. 

Vino decoroso e beverino!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.















domenica 27 maggio 2018

Terre Siciliane Rosso I.G.T. 2015 "Rosso di Contrada" - Società Agricola Marabino

Buongiorno e buona domenica!

Oggi, enologicamente parlando ci troviamo in Sicilia e precisamente nella bellissima barocca Noto, in provincia di Siracusa; Vi parlerò di un vino prodotto dalla Società Agricola Marabino, il Terre Siciliane Rosso I.G.T. 2015 "Rosso di Contrada".

E' un vino prodotto con uva Nero d'Avola in purezza, in vigneti esposti a Nord-Est ad un'altezza che va dai 35 ai 77 mt. s.l.m. con una resa in uva molto bassa di circa 50 q.li/ha; ottenuto in regime di agricoltura Biodinamica, senza diserbati, trattamenti antiparassitari e concimazioni chimiche.
La fermentazione avviene per opera di lieviti indigeni con una lunga macerazione del mosto sulle bucce; non subisce ne' filtrazioni ne' chiarifiche, matura in botte almeno un anno per poi affinare in bottiglia per altri 12 mesi.

Confesso che non sono amante dei vini prodotti con uva Nero d'Avola, ma sono curioso di mettere alla prova questo vino:

alla Vista è di color rosso rubino-violaceo molto scuro.

Al Naso è intenso, con sentori di frutta rossa e nera come ciliegia Bigarrau, mora e mirtillo, a cui fan seguito i primi accenni di "terziarizzazione" con il cuoio, il pepe nero e la grafite.

In Bocca è sapido, fresco, con tannini setosi e ben amalgamati; è coerente con quanto percepito al naso, è molto persistente e nel finale fuoriesce una piacevole nota di liquirizia leggermente amarognola in simbiosi con la parte speziata di pepe nero.

Gran bel vino!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.



giovedì 17 maggio 2018

Durello Veneto I.G.T. "Muni Montemagro" 2016 - Az. Agricola Piccinin Daniele

Buonasera a tutti coloro che sono alla ricerca di "chicche enologiche"!

Questa sera Vi descriverò un altro dei vini assaggiati a VINNATUR 2018, il Durello Veneto I.G.T. "Muni Montemagro" 2016 prodotto dall'Az. Agricola Piccinin Daniele di San Giovanni Ilarione in provincia di Verona.

Uve Durella in purezza provenienti da vigneti situati tra i 300 e i 500 metri s.l.m. di oltre 60 anni, impiantati  su terreni argilloso-calcarei; rese di uva che non superano i 700 gr. a pianta, con una coltivazione della vigna nel pieno rispetto della natura.
La fermentazione alcolica avviene spontaneamente con lieviti autoctoni, per un 50% in acciaio e il restante in legno, per poi affinare 10 mesi parte in acciaio e parte in botte da 25 hl.

Alla Vista si presenta paglierino dorato con riflessi leggermente ambrati;

al Naso non è tanto intenso e il bouquet non è ampio, ma è molto elegante, con sentori floreali di rosa in primo piano, a cui seguono note di pesca bianca.

In Bocca è freschissimo, sapido, leggermente abboccato, coerente con quanto sentito al naso, con un'aggiunta di albicocca.

Vino semplice ma molto piacevole e beverino!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.


sabato 12 maggio 2018

Metodo Classico Brut Nature "Rio Rocca" - Società Agricola Il Farneto

Buona serata e buon week end a tutti gli appassionati del buon bere!

Oggi degusteremo un altro dei vini assaggiati a VINNATUR 2018: il Metodo Classico Brut Nature "Rio Rocca" prodotto dalla Società Agricola Il Farneto, situata a Tressano di Castellarano in provincia di Reggio Emilia. E' ottenuto in regime di agricoltura biodinamica, come d'altronde anche tutti gli altri Prodotti di questa Azienda (http://www.agrifarneto.it).

Ottenuto da uve delle varietà Spergola e Chardonnay, coltivate in vigneti con esposizione Est collocati nella piana di Farneto, a 250 m.s.l., in prossimità dei calanchi fossiliferi della valle del Rio Rocca. 

La raccolta avviene manualmente e il mosto è ottenuto tramite pressatura soffice. La fermentazione avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata con la sola presenza di lieviti indigeni. 
La presa di spuma si svolge in bottiglia con la sola aggiunta di mosto fiore aziendale della stessa annata e la sboccatura avviene dopo circa 18 mesi senza aggiunta di liquer d’expedition. 

Alla Vista è paglierino dorato abbastanza carico, con perlage fine ed intenso;

al Naso non è tanto intenso, ma elegante, con sentori floreali di ginestra, agrumati di bergamotto, note minerali, speziate e qualche accenno di lievito.

In Bocca è sapido e freschissimo, nonostante la temperatura del vino non fosse adeguata; è coerente al naso, equilibrato e le fini bollicine accarezzano delicatamente le papille della lingua. Persistente, con un lungo finale agrumato-speziato.

Complimenti!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

lunedì 7 maggio 2018

Spumante Metodo Classico Brut Rosè "Fulvio Beo" - Ca' Rugate

Buona serata agli appassionati di vino!

I lettori affezionati di VinoDegustando sapranno già della mia predilezione per Champagne e Metodo Classico; oggi assaggeremo, come spesso accade, una bollicina Italiana, prodotta in Veneto, nella zona del Soave; stiamo parlando dello Spumante Metodo Classico Brut Rosè "Fulvio Beo" prodotto dall'Azienda Ca' Rugate sita a Montecchia di Crosara in provincia di Verona (http://www.carugate.it/)

Le migliori uve di Molinara provenienti da tutti i vigneti dell'Azienda, vengono vinificate in purezza e dopo una soffice pressatura subiscono una macerazione sulle bucce di 1-2 gg; la fermentazione alcolica avviene in acciaio e nel marzo successivo alla vendemmia viene imbottigliato per la presa di spuma. Qui vi permane per 24 mesi prima della "sboccatura".

Alla Vista è un bel rosa salmone pallido, con perlage abbondante e molto fine;

al Naso è intenso, elegante, con sentori floreali di rosa, bouvardia e fior di pesco, fruttati di ribes, lampone, pesca gialla, agrumati di pompelmo rosa e cedro e leggere note minerali di ruggine.

In Bocca è freschissimo, sapido, equilibrato, coerente al naso, con un "estensione" a lievi accenni di lievito e la componente agrumata in forte evidenza; persistente, con un piacevole finale speziato-agrumato leggermente ammandorlato  che stuzzica il riassaggio.

Spumante da bere sia come aperitivo che a tutto pasto. Complimenti!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

martedì 1 maggio 2018

Primorska PGO Rebula "Nando" 2016 - Andrej Kristancic

Buona giornata e buona festa a tutti!

La degustazione di oggi riguarda un vino non Italiano, assaggiato durante il Vinnatur 2018; la zona di produzione è il Collio ma dalla parte Slovena, infatti ci troviamo a Plesiv in Goriska Brda, a pochissima distanza dal confine Italiano: l'Azienda è quella di Andrej Kristancic e il vino è il Primorska PGO Rebula "Nando" 2016.

Ribolla Gialla in purezza, con una produzione di uva di 30 q.li / ha.; le uve dopo la diraspatura subiscono una pressatura soffice e il mosto così ottenuto rimane in macerazione con le bucce per 12 ore in vasi di acciaio inox. Dopo la svinatura, rimane sulle fecce 6 mesi con follature periodiche e poi viene imbottigliato senza essere filtrato.

Alla Vista è paglierino dorato carico con riflessi ambrati;

al Naso è elegantissimo, intenso con sentori di ruggine, agrumati di pompelmo, floreali di fior d'arancio e balsamici.

In Bocca è freschissimo, sapido, armonico, glicerico, coerente al naso e con una prevalenza imponente delle componenti balsamica ed agrumata; molto persistente, con un piacevole finale speziato-agrumato.

Bel prodotto!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.














sabato 28 aprile 2018

Spumante Metodo Classico Dosaggio Zero "Esperidi" 2009 - Az. Agricola Gatta

Buonasera a tutti gli Italiani!

Per tutti gli amici lettori di VinoDegustando, dalle degustazioni fatte durante il VINNATUR 2018 di Villafavorita oggi pubblicherò l'analisi sensoriale di un vino prodotto dall'Azienda Agricola Gatta sita a Gussago in provincia di Brescia: sto parlando dello Spumante Metodo Classico Dosaggio Zero "Esperidi".
Ottenuto da 2 parti di uve Chardonnay e 1 parte di Pinot Nero; queste vengono pressate sofficemente a polmone e la fermentazione avviene spontaneamente senza controllo della temperatura. Al termine della vinificazione in bianco, sosta sui lieviti in bottiglia per sessanta mesi. La sboccatura della bottiglia assaggiata è avvenutata nel mese di Settembre del 2016.

Alla Vista è giallo paglierino dorato carico, con fine perlage;

al Naso si presenta intenso, elegante, con sentori di frutta bianca matura come pera Decana, floreali di Forsizia, note minerali e speziate.

In Bocca è sapido, fresco, pieno, con bollicine setose; è coerente, abbastanza persistente, con un piacevolissimo finale speziato-minerale. 

Vino di ottima fattura ed eleganza.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.










giovedì 26 aprile 2018

Rosso di Toscana I.G.T. "Moraia" 2011 - Az. Agricola Canto alla Moraia

Buona serata a tutti!

Oggi vi parlerò di un altro dei vini assaggiati durante il VINNATUR 2018 di Villafavorita: il Rosso di Toscana I.G.T. "Moraia" 2011 dell'Azienda Agricola Canto alla Moraia. 

E' un Super Tuscan prodotto con 50% di Cabernet Sauvignon, 30% di Sangiovese e 20% di Merlot; i vigneti si trovano a 300 mt. s.l.m., esposizione Sud e con una produzione di 50 ql. ettaro di uva.
Raccolta manuale, pressatura soffice delle uve, con basso utilizzo di solforosa; dopo la Malolattica, il vino matura per 12 mesi in barriques di Rovere Francese e 12 mesi in vasche d'acciaio a cui seguono 18 mesi di affinamento in bottiglia.

Alla Vista è rosso rubino carico tendente al granato;

al Naso è intenso, elegante, con note di ciliegia sotto spirito, cuoio, pepe nero e bianco, noce moscata e sentori di terra bagnata e humus.

In Bocca è fresco, sapidissimo, armonico, con tannini ancora vivi ma amalgamati e setosi e in centro bocca fuoriesce anche un gusto di albicocca disidratata; è
abbastanza persistente, con un finale improntato sulle spezie.

Complimenti!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.


sabato 21 aprile 2018

"Memoria" 2013 Brut Pas Operé VSQ - Cà del Vent

Buongiorno e buon fine settimana a Voi!

Questo è il primo vino tra quelli da me assaggiati al recentissimo VINNATUR 2018 che si è tenuto a Villa Favorita in provincia di Verona.
Si tratta del "Memoria" 2013 Brut Pas Operé VSQ prodotto da Cà del Vent sita a Campiani di Cellatica in provincia di Brescia.

Prodotto per un 96% da Chardonnay e per il restante 4 % da Pinot Nero; essendo un Pas Operé, alla sboccatura non è stato soggetto a "dosaggio".
Il Millesimo 2013 è frutto di un'annata piuttosto scadente in questa zona, infatti è stata caratterizzata da una primavera fredda e  e da un'estate abbastanza calda ma intervallata da numerosi temporali soprattutto in prossimità della vendemmia, quindi per evitare problemi alle uve, la raccolta è stata anticipata.

Vediamo ora queste premesse a che risultato hanno portato:

alla Vista è di color paglierino-dorato, con perlage non abbondante ma fine. 

Al Naso si presenta non intenso ma elegante, caratterizzato da prima da sentori minerali e balsamici, seguiti da pepe bianco, litchi, frutto della passione e fiori bianchi;

in Bocca è sapido, fresco, equilibrato e coerente con quanto percepito al naso e il fine perlage accarezza delicatamente le papille. Abbastanza persistente, con un piacevole finale agrumato-speziato.

Nonostante l'annata non certo eccezionale, si presenta comunque molto bene.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.


domenica 15 aprile 2018

VINNATUR 2018 - Ancora un successo!

Buongiorno a tutti gli eno appassionati!

Ieri, mi sono recato a Villa Favorita per l'annuale bellissimo Banco d'Assaggio (questo termine è un po' sminutivo) organizzato da Studio Cru.

Come tutti gli anni c'è stata una fortissima partecipazione sia di Pubblico che di Produttori; i banchi erano affollatissimi di appassionati e curiosi che assaggiavano i vini e i prodotti gastronomici che le Aziende espositrici proponevano in degustazione (qui sotto Vi riporto una foto di una delle sale della Villa dove si può vedere l'affluenza di pubblico).


Anche per questa edizione, per la Stampa e gli Importatori è stata allestita una bellissima stanza a loro riservata dove potevano tranquillamente degustare quasi tutti i vini di tutti i Produttori presenti.

Oltre a tantissime Aziende vitivinicole di un po' tutte le Regioni Italiane, c'erano anche numerosi Produttori di altri Paesi Europei come Austria, Francia, Germania, Slovenia e Spagna, per un totale di oltre 150 espositori ( l'elenco preciso lo potete trovare al Link  http://www.vinnatur.org/events/villa-favorita-2018-14-16-aprile/?section=3 ).

Vinnatur come saprete è un' Associazione di Produttori Naturali, che fanno del rispetto per la natura e i loro prodotti il loro credo. Infatti, ad Agosto del 2017 alcuni di loro sono stati oggetto di controlli per verificarne l'effettivo rispetto del Disciplinare dell'Associazione e il risultato è stato che tutte le Aziende verificate sono risultate in regola con esso ( questo documento e altri egualmente interessanti li potete trovare al Link  http://www.fotocru.it/vinnatur/ ).

Nei prossimi giorni sarà mia premura pubblicare i Post relativi ad alcuni dei vini che ho assaggiato durante questo meraviglioso evento.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.











sabato 14 aprile 2018

Riviera Ligure di Ponente D.O.C. Pigato "Cycnus" 2013 - Poggio dei Gorleri

Buona sera e buon we a tutti Voi!

Tra le zone vitivinicole che frequento abbastanza assiduamente, c'è la Liguria in cui mi reco anche per motivi di villeggiatura.

Il vino di oggi è il Riviera Ligure di Ponente D.O.C. Pigato "Cycnus" 2013 prodotto dall'Azienda Agricola Poggio dei Gorleri, una piccola realtà enologica che ho avuto modo di conoscere nel 2009 e di cui ho assaggiato tutti i vini di varie annate.

Il Pigato è un vitigno autoctono di questa area produttiva della Liguria e questo vino ne è prodotto in purezza; la fermentazione alcolica avviene in vasi d'acciaio a temperatura controllata, a cui segue un affinamento di 8 mesi anch'esso svolto in acciaio.

Questo vino l'ho già assaggiato e pubblicato su questo Blog il 6 Gennaio del 2015 e il 25 Giugno del 2017, vediamone l'evoluzione:

alla Vista è di un bel giallo paglierino-dorato e luminoso.

Al Naso non è tanto intenso ma elegante, balsamico, minerale, con sentori floreali di glicine, agrumati di cedro e bergamotto, oltre che di erbe aromatiche;

in Bocca è freschissimo, sapido, armonico, corrispondente al naso, con la componente agrumata che, combinata con sapori speziati di pepe bianco, si esalta e regala al palato un lunghissimo e piacevolissimo finale.

Bel prodotto, più passano gli anni e meglio si esprime!

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

lunedì 9 aprile 2018

VINNATUR 2018 dal 14 al 16 Aprile - COMUNICATO STAMPA

Comunicato stampa del 29 marzo 2018

VINNATUR:
VILLA FAVORITA, IL BUONO DEL NATURALE

A Villa Favorita a Sarego (VI) dal 14 al 16 aprile torna l'evento di VinNatur dedicato ai vini naturali con 158 produttori. Ampliata l'area cibo

Tutto pronto per la quindicesima edizione di Villa Favorita, l'evento organizzato da VinNatur, associazione produttori naturali, in programma dal 14 al 16 aprile 2018 a Sarego (VI). Qui 158 produttori provenienti da tutta Italia, ma anche da Austria, Francia, Germania, Slovenia e Spagna, porteranno i loro vini prodotti nel pieno rispetto del territorio, della vite e dei cicli naturali.
La novità logistica più importante di questa edizione è l'ampliamento dell'area dedicata alla ristorazione. Ci saranno le pizze de La Zangola, i formaggi e salumi de La Casara, i prodotti della Fattoria Valli Unite, le specialità di Tagliati per il gusto e i piatti dei ristoranti Basil & Co. e de Il Callianino. Il tutto accompagnato dalle birre artigianali di Morgana birra col fondo e del Birrificio Hof Ten Dormaal.
“Villa Favorita non è un semplice banco d'assaggio - afferma Angiolino Maule, presidente di VinNatur - ma è un vero momento di festa. Qui il visitatore può conoscere e confrontarsi direttamente con i produttori, assaggiando i vini in un'atmosfera rilassata. Villa Favorita è il luogo ideale per fare questo, con il suo meraviglioso parco che ospita l'area dedicata alla ristorazione e dove ascoltare anche della buona musica. In questo senso quest'anno abbiamo deciso di ampliare le proposte culinarie, differenziandole ulteriormente, così che ognuno possa trovare quella che più gli aggrada. L'immagine stessa della locandina di questa edizione – conclude Maule - opera di Francesca Ballarini di Jesi e vincitrice del concorso Immagina la tua Villa Favorita che rappresenta Madre Natura richiama alla mente il parco, vero cuore pulsante della manifestazione".
Villa Favorita sarà aperta dalle 10 alle 18 e il costo del biglietto d'ingresso è di 25 euro al giorno, acquistabile solo all'ingresso dell'evento.
Per chi arriva in treno è prevista una navetta dalla stazione di Montebello Vicentino (VI) fino a villa La Favorita e ritorno.

Info in breve | VILLA FAVORITA 2018
Data:
dal 14 al 16 aprile 2018
Orari di apertura: dalle 10 alle 18
Luogo: Villa da Porto detta “La Favorita”, via Della Favorita - Monticello di Fara, Sarego (Vicenza)
Ingresso: € 25 al giorno (acquistabile solamente all’ingresso dell’evento) comprensivi di guida della manifestazione e calice da degustazione.
I minorenni non pagano l’ingresso e non possono effettuare degustazioni.
Parcheggio: riservato ai visitatori del salone
Per chi arriva in treno: è prevista una navetta dalla stazione di Montebello Vicentino
Area sosta Camper: Camping Park La Fracanzana, Via Fracanzana 3, 36054 Montebello Vic.no (2,1km da Villa Favorita)
Cani: sono ammessi cani di piccola taglia
Info: www.vinnatur.org


Press info:

Davide Cocco
392 9286448

Anna Sperotto
349 8434778



VinNatur – Associazione Viticoltori Naturali

L’associazione VinNatur nata nel 2006 riunisce piccoli produttori di vino naturale da tutto il mondo che intendono difendere l’integrità del proprio territorio.
Scopo dell’associazione è unire le forze di questi vignaioli per dare ad ognuno maggior forza, consapevolezza e visibilità condividendo esperienze, studi e ricerche. Scopo dell’associazione è anche quello di promuovere la ricerca scentifica e divulgare la conoscenza di tecniche naturali e innovative. Negli anni sono nati diversi progetti di ricerca tra le aziende associate e alcune Università e Centri per la Sperimentazione.
Alla nascita le aziende aderenti a VinNatur erano 65. Oggi sono 190, per un totale di 1500 ettari di vigna che producono 6 milioni e 500 mila bottiglie di vino naturale, di cui circa 5 milioni in Italia. Per associarsi i viticoltori devono accettare di sottoporre i propri vini all'analisi dei pesticidi residui, per poter garantire la genuinità dei vini. Villa Favorita è l'evento che permette all'Associazione VinNatur di vivere e di ampliare nel tempo i propri traguardi.

VINNATUR 2018 dal 14 al 16 Aprile - PROGRAMMA

VILLA FAVORITA 2018
Programma per la Stampa

MOMENTI DI APPROFONDIMENTO

Sabato 14 aprile
ore 11.00 | Convegno IL FUTURO DI VINNATUR | 
relatori Angiolino Maule, Az. Agr. La Biancara, presidente di VinNatur e Stefano Zaninotti, Vitenova Vine Wellness

ore 15.00 | Degustazione  NATURAL WINES CAN AGE, EVEN WITHOUT SO2 | conduce Giampaolo Giacobbo, giornalista e consigliere Vinnatur

Domenica 15 aprile
ore 11.00 | Degustazione QU'EST-CE QUE LA MINERALITÈ? |
conducono lo scrittore Jean Marc Gatteron e Samuel Cogliati, fondatore della casa editrice indipendente Possibilia Editore

ore 15.00 | Convegno VINI NATURALI IN CANTINA |
relatori Angiolino Maule e Franco Giacosa, enologo


PERCORSI TEMATICI

Novità di quest'anno: la creazione di sei percorsi tematici che ogni giornalista potrà fare in modo indipendente nei tre giorni di Villa Favorita.

1. I nuovi produttori
i vini delle ultime 20 aziende che sono entrate nell'associazione
2. Rifermentati in bottiglia
rifermentazioni naturali, non filtrate, col fondo
3. Orange wines
la quarta colorazione del  vino
4. No solforosa
i vini di chi ha deciso di vinificare senza aggiunta di solforosa
5. Hand-made wines
vini realizzati con una lavorazione manuale al 100%
6. Vulcanici
vini che nascono in zone dove la conformazione del terreno è di origine vulcanica




Press info:

Davide Cocco
392 9286448

Anna Sperotto
349 8434778


VinNatur – Associazione Viticoltori Naturali

L’associazione VinNatur nata nel 2006 riunisce piccoli produttori di vino naturale da tutto il mondo che intendono difendere l’integrità del proprio territorio.
Scopo dell’associazione è unire le forze di questi vignaioli per dare ad ognuno maggior forza, consapevolezza e visibilità condividendo esperienze, studi e ricerche. Scopo dell’associazione è anche quello di promuovere la ricerca scentifica e divulgare la conoscenza di tecniche naturali e innovative. Negli anni sono nati diversi progetti di ricerca tra le aziende associate e alcune Università e Centri per la Sperimentazione.
Alla nascita le aziende aderenti a VinNatur erano 65. Oggi sono 190, per un totale di 1500 ettari di vigna che producono 6 milioni e 500 mila bottiglie di vino naturale, di cui circa 5 milioni in Italia. Per associarsi i viticoltori devono accettare di sottoporre i propri vini all'analisi dei pesticidi residui, per poter garantire la genuinità dei vini. Villa Favorita è l'evento che permette all'Associazione VinNatur di vivere e di ampliare nel tempo i propri traguardi.

lunedì 2 aprile 2018

Soave D.O.C. Classico "Monte Alto" 2015 - Az. Agr. Ca' Rugate

Buongiorno e buona Pasquetta a tutti!

La degustazione di oggi è frutto di una gita enologica in cantina, fatta venerdì con mia moglie; la Cantina che abbiamo visitato è l'Azienda Agricola Ca' Rugate sita a Montecchia di Crosara in provincia di Vicenza (http://www.carugate.it).
Abbiamo passato circa un paio d'ore in buona compagnia con un incaricato dell'Azienda che ci ha fatto assaggiare quasi tutti i loro vini, descrivendocene, in maniera veramente professionale, tecniche agronomiche e di vinificazione.

Il vino che andrò a descriverVi è il Soave D.O.C. Classico "Monte Alto" 2015; ottenuto da uve varietà Garganega in purezza, provenienti da vigneti siti in località Molnforte d'Alpone su terreni collinari di origine vulcanica a struttura calcarea e in parte argillosa. Per ottenere maggior volume estrattivo, la raccolta avviene quando le uve sono già in surmaturazione.
Il vino fermenta in parte in barriques ed in parte in botti grandi da 20 hl, dove vi rimane ad affinare sui suoi lieviti per circa 6-8 mesi.

Vediamo com'è:

alla Vista è di un bel giallo paglierino non tanto carico, con riflessi dorati.

Al Naso è elegante, intenso, con sentori balsamici e minerali in primo piano, fruttati di litchi, frutto della passione, cedro e bergamotto e floreali di fior di sambuco;

in Bocca è sapido, fresco, glicerico, con un centro bocca a cui, oltre a quanto sentito al naso, si aggiunge una nota speziata di pepe bianco, che si allunga in un finale speziato-balsamico abbastanza lungo.

Ottimo prodotto, ma per gustarlo in pieno bisogna aspettare qualche anno.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.



giovedì 29 marzo 2018

Rosso di Valtellina D.O.C. 2012 - Azienda Agricola Alberto Marsetti

Buona serata a tutti coloro che amano il vino!

Oggi assaggeremo un vino proveniente dalla cosiddetta agricoltura eroica, cioè quella di montagna, che tanta fatica e tanti sacrifici richiede. La zona enologica di oggi, si trova in Lombardia ed è la Valtellina, che taglia trasversalmente le Alpi Italiane con una lunga vallata, costeggiata nel versante rivolto verso Sud da una miriade di piccoli e piccolissimi appezzamenti terrazzati e impiantati a vigneto.
Il Vitigno per eccellenza di questa zona è il Nebbiolo e più precisamente un clone che si adatta bene a queste altitudini, che qui viene chiamato "Chiavennasca".

Il vino che oggi degusteremo è un Rosso di Valtellina D.O.C. e precisamente quello prodotto nel 2012 dall' Azienda Agricola Alberto Marsetti.
E' il vino "base" della Cantina ed è prodotto al 90% da uve della varietà Chiavennasca e per il restante 10% da Brugnola, Rossola e Pignola, tre uve autoctone di questa zona. 
La fermentazione alcolica dura otto giorni e avviene a cappello sommerso in botti di legno da 33 ettolitri, a temperatura controllata max di 30° e con rimontaggi giornalieri; segue la fermentazione malolattica. L'affinamento avviene per 6 mesi in vasche d'acciaio e prosegue in bottiglia per altrettanto tempo.

Assaggiamolo:

alla Vista si presenta rosso granato-mattonato con unghia aranciata.

Al Naso è abbastanza intenso ed elegante, con note di marasca sotto spirito e albicocca disidratata, sentori di humus, torba, legna bagnata, cioccolato alla menta e cuoio;

in Bocca è sapido, con il "calore" dell'alcol controbilanciato dall'acidità. E' abbastanza persistente, con un finale caratterizzato dall'albicocca disidratata e dal pepe bianco.

Per essere il vino "base" di questa piccolissima cantina, per di più con 6 anni sulle spalle, non è niente male.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.