domenica 1 marzo 2015

Dogliani D.O.C.G. 2012 - Poderi Luigi Einaudi

Buongiorno a tutti sono molto contento di essere di nuovo con Voi. 
Devo ringraziarVi per i numerosi accessi al mio Blog "Vinodegustando". 
Spero che lo troviate tutti interessante e che Vi sia utile. 
Se volete lasciare Commenti sui singoli vini, sono benvenuti, così come i Commenti e Consigli sul Blog. Il Vostro parere e i Vostri consigli sono per me molto importanti perchè mi permettono di apportare modifiche che potrebbero far aumentare ulteriormente il Vostro gradimento.

Amiche e amici "Enonauti" buongiorno e buona domenica a tutti!

Oggi Vi descriverò un vino che in Italia si trova in quasi tutti i supermercati.
Si tratta del Dogliani D.O.C.G. 2012 imbottigliato dall'Azienda Poderi Luigi Einaudi sita in Dogliani (CN).
Si tratta di un vino che svolge la vinificazione e maturazione in vasche di acciaio, prima di passare qualche mese di affinamento in bottiglia.
Alla Vista il vino si presenta di un rosso Rubino non tanto carico, con riflessi violacei e unghia anch'essa color Rubino.

Al Naso si presenta non tanto intenso, e neanche tanto elegante (si sente quella che in gergo si dice "puzza di straccio bagnato"); per fortuna questo "odore sgradevole" non copre completamente i profumi di pccoli frutti rossi (lamponi, ribes, mirtilli, ciliegie Ferrovia e fragoline di bosco) oltre ad una nota speziata di pepe bianco.

In Bocca è corrispondente a quanto sentito al naso; presenta una nota alcolica un po' eccessiva che lo rende poco armonico. Nonostante ciò è abbastanza persistente. Corpo abbastanza esile con una trama tannica non ancora del tutto integrata.

E' un vino che di altre annate avevo già assaggiato e, ad onor del vero, non mi era mai capitato di riscontrare al naso l'odore sgradevole percepito in questa bottiglia del 2012.
Peccato! 


A presto e buone degustazioni a tutti!

B.D.