mercoledì 8 aprile 2015

Visita con Degustazioni all' Azienda Agricola Polvanera di Gioia del Colle in provincia di Bari

Buonsera e infiniti Auguri di buona Pasqua passata a tutti gli amici "Enonauti".

Durante questa breve vacanza appena trascorsa, sono stato in Puglia per qualche giorno.
Non potevo certo esimermi dal far visita in qualche Cantina della zona.

 Per l'occasione ho scelto l'Azienda Agricola Polvanera di Gioia del Colle in provincia di Bari.

Di questa giovane realtà del settore enologico pugliese, avevo già assaggiato i suoi Primitivo di punta e precisamente quelli soprannominati con le rispettive gradazioni alcoliche e cioè il "14" (14% di alcol), il "16" (16% di alcol) e il "17" (con i suoi 16,5% di alcol).
 Sono vini che nonostante le loro elevatissime gradazioni alcoliche, risultano essere assolutamente armonici, eleganti ed equilibrati sia al naso che in bocca.

Durante la visita ho potuto assaggiare anche tutti gli altri loro prodotti: abbiamo iniziato con il loro Spumante Brut Metodo Classico Rosato prodotto con i racemi del Primitivo; a seguire abbiamo assaggiato i bianchi fermi e precisamente prima la Falanghina I.G.T. Puglia 2014, poi il Moscato Bianco I.G.T. Puglia 2014, poi il Minutolo I.G.T. Puglia 2014  sia in versione "senza Solfiti aggiunti" che "con Solfiti". Abbiamo proseguito poi con il Rosato I.G.T. Puglia 2014 prodotto con uve Aleatico, Primitivo e Aglianico; a seguire siamo passati ai rossi cominciando dai più semplici Aglianico I.G.T. Puglia 2013 e Primitivo I.G.T. Puglia 2013, per proseguire poi con i blasonati e premiati Primitivi D.O.C. e precisamente in scala il "14" dell'annata 2011, il "16"  e il mitico "17" entrambi annata 2010.
Dulcis in fundo, giusto per non farci mancare neanche il vino da dessert, abbiamo assaggiato l'Aleatico I.G.T. Puglia Dolce del 2012.

Oggi non Vi descrivero' singolarmente tutti i vini assaggiati, ma posso certamente dire di essere stato positivamente colpito, soprattutto per la grande eleganza e armonia che li contraddistinguono. 
Ripeto che nonostante le alte gradazioni alcoliche (soprattutto dei Primitivo D.O.C.) si potevano percepire in ognuno di essi eleganti note fruttate, floreali, minerali e terziarie a seconda dei vini, il utto in perfetta armonia tra loro.
Vi prometto che man mano che aprirò le bottiglie, sarà mia premura informarVi tutti pubblicando su questo Blog ogni singola degustazione.

Consiglio a tutti Voi, se capitate da quelle parti, di far visita a questa piccola ma eccezionale Azienda Pugliese; tra l'altro i titolari sono molto gentili e disponibili a far assaggiare tutti i loro prodotti.

Arrivederci a presto e buone degustazioni a tutti!

B.D.