domenica 27 luglio 2014

Rosato di Puglia I.G.P. 2013 - "Roselavì" - Azienda Villa Schinosa

Buongiorno a tutti sono molto contento di essere di nuovo con Voi. 
Devo ringraziarVi per i numerosi accessi al mio Blog "Vinodegustando". 
Spero che lo troviate tutti interessante e che Vi sia utile. 
Se volete lasciare Commenti sui singoli vini, sono benvenuti, così come i Commenti e Consigli sul Blog. Il Vostro parere e i Vostri consigli sono per me molto importanti perchè mi permettono di apportare modifiche che potrebbero far aumentare ulteriormente il Vostro gradimento.

Durante le vacanze di Pasqua di quest'anno, passate con la mia famiglia in Puglia, mi sono recato a visitare anche l'Azienda Villa Schinosa (per precisione, la giusta ragione sociale è Azienda Agricola Corrado Capece Minutolo dei duchi di San Valentino) sita in Trani.

Tra i vini che ho assaggiato ed acquistato c'è anche il vino che vi descrivo oggi e cioè il "Roselavì" un Rosato di puglia I.G.P. ottenuto da Bombino Nero in purezza; si tratta di un vitigno autoctono molto coltivato nella zona del Foggiano e del nord Barese ma anche nelle altre province della Puglia e in Basilicata oltre che in misura molto minore anche in altre zone d'Italia.

VISTA: Rosato carico tipo Cerasuolo molto luminoso e brillante (molto bello da vedere)

NASO: Intenso ma con un bouquet non tanto ampio; appena messo al naso si sente la rosa, il lampone e il ribes; dopo aver agitato il bicchiere esce il poco elegante sentore di "chewing gum alla fragola" spesso presente nei vini rosati.

BOCCA: Corrispondente, fresco, sapido, intenso, abbastanza persistente e con un buon corpo.

Nel complesso lo si può definire un vino piacevole.

Buone degustazioni a tutti!

B.D.