domenica 31 luglio 2016

Vallée d'Aoste D.O.C. Chambave Moscato Passito "Prieuré" 2013 - La Crotta di Vegneron

Buona serata e buon inizio Agosto a tutti gli amici di "VinoDegustando"

Vista la calura di questi giorni, per la degustazione di oggi andiamo in quel di Chambave, piccolo comune della nostra bella Valle d'Aosta.
Il vino in questione è per l'appunto il Vallée d'Aoste D.O.C. Chambave Moscato Passito "Prieuré" 2013 prodotto dalla Cooperativa La Crotta di Vegneron.

Ottenuto da uve Moscato bianco in purezza vendemmiate dal 20 di Settembre al 5 di Ottobre a seconda dell'altimetria del vigneto e dell'annata, i  migliori grappoli di Moscato bianco vengono fatti appassire in particolari locali arieggiati; al termine dell'appassimento, le uve vengono vinificate in modo tradizionale e il vino che se ne ottiene viene lasciato riposare fino a Natale dell'anno successivo alla vendemmia. 

Vediamo cosa ci nasconde:

alla Vista si presenta di un bellissimo giallo oro molto lucente;

al naso è elegantissimo, intenso, fresco, con un ampio bouquet che va dai fiori appassiti, agrumi canditi, albicocca disidratata, note iodate e sulfuree, salvia, miele d'acacia, zenzero e radice di liquirizia.

In Bocca è fresco, sapido, corrispondente al naso; è armonico e molto persistente con un corpo glicerico e rotondo. Il finale è molto piacevole con note fresce di frutta candita, miele d'acacia, radice di liquirizia e zenzero in evidenza.

Gran bel vino!

Alla prossima.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

Se il Post è stato apprezzato Vi chiedo gentilmente di cliccare su "G+1"; a Voi non costa assolutamente nulla, a me fate cosa gradita .                Grazie!



domenica 17 luglio 2016

Puglia Rosso I.G.P "Johe" 2012 - Azienda Agricola Tenuta Viglione

Carissimi amici buona domenica a tutti!

Oggi siamo in Puglia per assaggiare un altro vino dell'Azienda Agricola Tenuta Viglione di proprietà del simpatico ed ospitale Giovanni Zullo (se volete avere altre informazioni sull'Azienda e su altri suoi vini, consiglio a tutti di andarVi a leggere i tre Post da me pubblicati su questo Blog l' 11 Marzo, il 14 Maggio e il 18 Giugno del 2016).
Ci troviamo in quel di Gioia del Colle, in provincia di Bari per descrivere un Puglia Rosso I.G.P e precisamente il "Johe" 2012: Uvaggio paritario di Primitivo e Aleatico al 50%.

Alla Vista è di un bel rosso rubino con unghia tendente al granato;

al Naso è elegante, caldo, abbastanza intenso con note di frutti rossi e neri maturi come prugne disidratate, marasche, more, mirtilli, sentori speziati di pepe nero e noce moscata, terrosi di sottobosco, minerali di grafite con qualche accenno al goudron e un leggero sentore di rabarbaro.

In Bocca è caldo, rotondo, sapido, sostenuto da ua buon grado di acidità; è corrispondente al naso, con un corpo importante con tannini setosi. Non è molto persistente, ma al momento in cui si congeda lascia un piacevole retrogusto speziato misto a liquirizia mentolata
e albicocca disidratata leggermente abboccato.

Bravo al Produttore, un altra conferma della qualità dei vini di questa Azienda.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

Se il Post è stato apprezzato Vi chiedo gentilmente di cliccare su "G+1"; a Voi non costa assolutamente nulla, a me fate cosa gradita .                Grazie!





sabato 9 luglio 2016

Cerasuolo d'Abruzzo D.O.C. "Baldovino" 2015 - Az. Agr. Tenuta I Fauri

Buongiorno e buon week end a tutti!

Oggi ci troviamo in una Regione del centro della nostra bellissima penisola: l'Abruzzo, in quel di Chieti. L'Azienda di cui degusteremo il vino è l'Azienda Agricola Tenuta I Fauri. 

Il vino in questione è "Baldovino" un Cerasuolo d'Abruzzo D.O.C. del 2015; prodotto con uve Montepulciano in purezza, vinificato e affinato in acciaio inox.

 Ma veniamo a lui:

alla Vista è di un bel color cerasuolo medio, luminoso e brillante.

Al Naso è intenso e abbastanza elegante, con sentori di piccoli frutti come ciliegia, fragola, lampone e il riber rosso oltre a note speziate di pepe e noce moscata e qualche accenno di sottobosco;

in Bocca è freschissimo, sapido, corrispondente a quanto sentito al naso. Ha buon corpo ed è molto persistente.

Si tratta di un prodotto da bere entro il secondo
anno dalla vendemmia, con piatti saporiti della cucina estiva.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

Se il Post è stato apprezzato Vi chiedo gentilmente di cliccare su "G+1"; a Voi non costa assolutamente nulla, a me fate cosa gradita .                Grazie!



domenica 3 luglio 2016

Spumante Metodo Classico Brut "Farfalla" - Società Agricola Ballabio

Buon giorno e buona domenica a tutti gli amici di "VinoDegustando"!

Oggi ci rechiamo nella bassa Lombardia, in provincia di Pavia: Casteggio. Vi descriverò uno Spumante Metodo Classico Brut della Società Agricola Ballabio, il cui nome commerciale è "Farfalla".
Si tratta di un Metodo Classico "Blanc de Noir", ottenuto con una lunga permanenza sui lieviti.

Ma vediamo com'è:

alla vista è color paglierino molto pallido con bollicine molto sottili e persistenti.

Al naso è inteso, elegante, con profumi molto freschi di fiori bianchi come il gelsomino e la ginestra, di frutta bianca come la mela, pera e il litchi, di erbe aromatiche come la salvia e agrumate di lime;

in Bocca quello che si è sentito al naso è confermato: freschissimo, sapido, elegante, persistente, con le fini bollicine che accarezzano delicatamente lingua e guance. le note agrumate si allungano in un piacevolissimo e freschissimo finale accompagnato da una nota di mandorla amara che non guasta assolutamente.

E' un vino che fa della freschezza e dell'eleganza il suo cavallo di battaglia: complimenti!

Buone Degustazioni a tutti!

D.B.

Se il Post è stato apprezzato Vi chiedo gentilmente di cliccare su "G+1"; a Voi non costa assolutamente nulla, a me fate cosa gradita .                Grazie!