domenica 27 marzo 2016

Barolo D.O.C.G. 2005 - Azienda Vinicola Boroli

Carissimi amici di "VinoDegustando" buona domenica e buona Pasqua a  tutti!

Oggi andiamo in Piemonte, nelle bellissime Langhe e precisamente a  Castiglione Falletto in provincia di Cuneo per assaggiare un vino dell' Azienda Vinicola Boroli, il Barolo D.O.C.G. 2005. Trattandosi di Barolo saprete tutti che è ottenuto da uve Nebbiolo al 100%; matura in botti grandi e tonneau per 24 mesi eaffina in bottiglia per 12 mesi.

alla Vista è di un bellissimo color granato-mattonato ancora molto vivo;

al Naso è austero, balsamico, elegantissimo, intenso, molto complesso e ampio, con note di marasca, albicocca disidratata e viola ancora molto presenti, potpourri, note terziarie di cuoio, spezie (pepe nero e noce moscata), liquerizia, humus e iniziali note minerali di goudron;

la Bocca è, sapida, corrispondente, però non tanto armonico a causa della componente alcolica troppo in evidenza; il corpo ha tannini ancora un po' allappanti ma che si stanno integrando. Molto persistente, con un finale balsamico che dura molto a lungo. 

Al naso il vino si presenta molto meglio che in bocca, dove l'armonia viene penalizzata.

Si tratta comunque di un vino di buona fattura che presenta ancora qualche anno di potenziale invecchiamento.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

giovedì 24 marzo 2016

Colli Tortonesi D.O.C. "Poggio del Rosso" 2004 - Azienda Agricola Claudio Mariotto

Carissimi fedeli lettori di "VinoDegustando" bonasera e buon week!

Oggi pomeriggio mi sono recato insieme a tre amici dell'Onav sui Colli Tortonesi e precisamente a Vho - Tortona in provincia di Alessandria a far visita al caro amico Claudio Mariotto (se volete avere maggiori informazioni sull'Azienda e su altri vini di questo Produttore Vi consiglio di andare a leggere i Post pubblicati su "VinoDegustando" nelle seguenti date: 05-07-2015/19-12-2015/30-01-2016/17-02-2016).
Abbiamo assaggiato molti dei suoi vin. Oggi però Vi descriverò il Colli Tortonesi D.O.C. "Poggio del Rosso" 2004; si tratta di un vino prodotto da vigne di Varieta Barbera di circa 40 anni con una resa di circa 40 ql./ha.
Dopo la pigiatura ed una macerazione di 10-12 giorni, fanno seguito una permanenza di circa 12 mesi in piccole botti ed un successivo affinamento di circa due anni in bottiglia.

Veniamo ora alla degustazione:

alla Vista è di color rubino-granato ancora molto vivo e brillante;

al Naso è elegante, non tanto intenso ma etereo, ampio e complesso; presenta accenni di ciliegia, evidenti e piacevoli sentori evolutivi di spezie, eleganti note animali, cioccolato, tabacco, liquerizia, humus, grafite e primi accenni di goudron;

in Bocca è freschissimo, sapido, armonico, equilibrato e corrispondente a quanto sentito al naso. 
Il corpo e abbastanza imponente, con tannini setosi e ben integrati ma che ancora rendono le mucose asciutte; le note balsamiche quelle spezite e la liquerizia accompagnano in un lunghissimo e piacevole finale.

Ancora una prova di quanto Claudio sia bravo a fare i suoi vini.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.

venerdì 11 marzo 2016

Primitivo Riserva Gioia del Colle D.O.C. "Marpione" 2010 - Az. Agr. Tenuta Viglione

Simpaticissimi Amici di "VinoDegustando" buona serata a tutti!

Trovandomi per il week end in Puglia, sono andato come mio solito quando sono in giro, a visitare una cantina; mi sono recato in quel di Santeramo in Colle in provincia di bari nella bellissima cantina di Giovanni Zullo e cioè Tenuta Viglione. 
Il simpaticissimo e disponibile Giovanni, nonostante non ci conoscessimo, mi ha accolto molto cordialmente ed è stato anche molto disponibile a raccontarmi tutta la storia della sua Azienda, che gli è costata, oltre che tanto sudore anche ingenti investimenti.
E' riuscito in pochi anni a portare i suoi vini a raggiungere eccellenti livelli qualitativi; l'Azienda è molto bella e tecnologicamente molto avanzata e tra qualche mese sarà pronto anche un bellissimo Agriturismo ottenuto  dalla ristrutturazione della bellissima masseria della tenuta.
Se Vi trovaste in zona Vi consiglio vivamente di recarVi a fare una visita, non rimarrete delusi!

Abbiamo assaggiato un po' tuttti i loro vini ma oggi voglio parlarVi del loro vino di punta, il "Marpione" Primitivo Riserva Gioia del Colle D.O.C. 2010; prodotto con uve Primitivo in purezza, viene affinato per 24 mesi in botti grandi e 4 mesi in barrique prima di essere imbottigliato:

alla Vista è di color rosso rubino carico con unghia tendente al granato;

al  Naso non è tanto intenso ma etereo, elegantissimo, austero, con un ampissimo bouquet che spazia dai piccoli frutti rossi e neri (ciliegia, mora, mirillo), a note più evolute di caffè, cioccolato alla menta (tipo "After Eight"), cuoio, china, grafite, sentori balsamici, speziati e note terrose di sottobosco;

in Bocca è freschissimo, sapido, corrispondente a quanto sentito al naso; la piacevolissima balsamicità, insieme alle note cioccolatose e speziate, accompagnano il vino in un lunghissimo finale. E' armonico ed equilibrato nonostante l'alta gradazione alcolica (14,5%) perchè sostenuto da una bella spalla acida ed un possente corpo con tannini ben integrati e setosi.

Complimenti a Giovanni e........ buona continuazione per il Tuo progetto di cui vai, giustamente, molto orgoglioso e fiero.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.


domenica 6 marzo 2016

Lugana D.O.C. "Brolettino" 2014 - Azienda Agricola Cà dei Frati

Buon week end a tutti gli amici di "VinoDegustando"!

Per la degustazione di oggi ci rechiamo in un'altra bellissima zona del nostro paese ubicata sul lato sud del lago di Garda in provincia di Brescia e precisamente a Lugana di Sirmione.

Il Produttore è l'Azienda Agricola Cà dei Frati e il vino che assaggeremo è il "Brolettino" Lugana D.O.C. millesimo 2014, prodotto con Trebbiano di Lugana detto anche "Turbiana" in purezza.
E' un vino bianco che svolge parte della vinificazione in acciaio e parte in barrique e subisce anche la fermentazione malolattica in in piccole botti.

Andiamo ora ad assaggiarlo:

Alla Vista è di un giallo pallidissimo quasi "color carta" con qualche riflesso verdino.

Al Naso è freschissimo, con note verdi di sedano e erba appena tagliata, sentori agrumati di lime e pompelmo, note balsamiche di eucaliptus, floreali di bouvardia e ginestra e fruttate di mela renetta.
La nota verde all'inizio è un po' invasiva, ma dopo qualche minuto che il vino si ossigena nel bicchiere tende a ridimensionarsi.

Anche in Bocca è freschissimo, con una spiccatissima acidità; è corrispondente al naso, abbastanza armonico, con un corpo esile ed una persistenza non molto lunga ma con un piacevole finale in cui le note agrumate e la balsamicità si mettono in evidenza.

E' un vino fatto per essere bevuto molto fresco soprattutto in estate con antipasti e altri piatti di pesce soprattutto di lago.

Buone degustazioni a tutti!

D.B.