domenica 31 maggio 2015

Rosso di Toscana I.G.T. 2009 "La Regola" - Azienda Agricola La Regola

Simpaticissimi lettori di "VinoDegustando" buona domenica a tutti.

Oggi Vi descriverò un altro dei vini degustati al Banco d'Assaggio "Cru della costa Toscana" organizzato dall' Onav a Milano.

L'Azienda in questione è l' Azienda Agricola La Regola sita a  Riparbella in Provincia di Pisa e il vino di cui Vi parlerò oggi è il Rosso di Toscana I.G.T. 2009 "La Regola", ottenuto da Cabernet Franc 85%,  Merlot 10% e Petit Verdot 5 %; vinificato in tini di acciaio inox a temperatura controllata, invecchiato 12 mesi in barrique nuove di rovere francese e affinato almeno 12 mesi in bottiglia

Alla vista si presenta con un colore rosso rubino/granato carico.

Al naso è intenso ed elegante; presenta un Bouquet molto ampio con note di frutta nera e rossa matura (ciliegia, mora, prugna disidratata, mirtillo), sentori speziati (pepe nero e noce moscata), liquerizia, cuoio, note terrose e goudron.

In bocca è molto fresco, sapido, corrispondente al naso e molto persistente; il corpo di ottima consistenza.  Finale speziato misto a liquerizia nera.

E' un vino che ho avuto occasione in passato di assaggiarlo anche di altri millesimi: fa sempre una gran bella figura.

A presto e buone degustazioni a tutti!

B.D.

mercoledì 27 maggio 2015

Maremma Toscana I.G.T. 2010 "San Michele di Poggio" - Az. Agr. L'Apparita

Fedellissimi lettori di "VinoDegustando" e amici "Enonauti" buona serata a tutti.

Oggi Vi descriverò un altro dei vini assaggiati al Banco d'Assaggio "Cru della costa Toscana" organizzato dall' Onav a Milano.

L'Azienda in questione è l' Azienda Agricola L'Apparita sita a Civitella Paganico in Provincia di Grosseto; presentava una mini verticale del loro Maremma Toscana  I.G.T. "San Michele di Poggio" nei Millesimi 2011 - 2010 - 2009 - 2008. Si tratta di un vino ottenuto da Sangiovese 75%,  Merlot 10%, Syrah 10%, Petit Verdot 2,5% e Cabernet Suavignon 2,5%.
Quello che ho ritenuto di bloggare è stato il 2010 perchè l'ho trovato molto valido, ed è stato inoltre  quello che ha dimostrato più potenziale evolutivo e di invecchiamento tra i quattro.

Alla vista si presenta con un colore rosso rubino con unghia tendente al granato.

Al naso non è molto intenso ma elegantissimo; i profumi sono ancora prevalentemente fruttati, sentori di ciliegia Ferrovia, ribes, mirtillo, note speziate di pepe nero e bianco, profumi balsamici e note terrose e di liquerizia nera. Il bouquet anche in questo vino è molto ampio.

In bocca è molto fresco, sapido, corrispondente al naso e molto persistente; il corpo di buona consistenza.  Gradevolissimo finale speziato che si prolunga molto in bocca.
Si tratta di un vino che privilegia "l'eleganza" alla "potenza e muscolo".

Anche questo vino presenta ottime potenzialità di evoluzione futura. Beato chi potrà assaggiarlo tra qualche anno.

A presto e buone degustazioni a tutti!

B.D.

Se il Post è stato apprezzato Vi chiedo gentilmente di cliccare su "G+1"; a Voi non costa assolutamente nulla, a me fate cosa gradita .                Grazie!












sabato 23 maggio 2015

Toscana Rosso I.G.T. 2012 "Dulcamara" - Az. Agr. I Giusti & Zanza

Carissimi amici "Enonauti" buona serata e buona fine settimana a tutti.

Giovedì sera 21 Maggio sono andato a Milano per il Banco d'Assaggio organizzato dall'Onav (di cui faccio parte dal 2007) sui vini della Costa Toscana. E' stata una piccola ma piacevole manifestazione a cui hanno partecipato 19 Aziende di questa zona d'Italia produttrice di vini molto interessanti (soprattutto rossi), con oltre 50 vini in assaggio.

Li ho assaggiati tutti; in qusto Blog censirò nei prossimi giorni a partire da oggi 5 vini e precisamente:
- I.G.T. Toscana Rosso 2012 - "Dulcamara" - Az. Agr. I Giusti & Zanza sita a Fauglia (PI)
- Rosso di Toscana I.G.T. 2009 - "La Regola" - Az. Agr. Podere La Regola sita a Riparbella (PI)
- Maremma Toscana I.G.T. 2010-"San Michele di Poggio" - Az. Agr. L'Apparita sita a Paganico (GR)
- I.G.T. Toscana Rosso 2011 - "Quercegobbe" - Az. Agr. Petra sita a Suvereto (Li)
- I.G.T. Toscana Rosato 2014 - "Ciarlibo'" - Az. Agr. Diegale sita a Civitella Marittima (GR)

Ma cominciamo oggi dal primo dei vini sopra elencati.
E' ottenuto da Uve Cabernet Sauvignon e Franc 70%, Merlot 25% e Petit Verdot 5%.
Subisce un affinamento in tonneaux di Rovere Francese da 300 lt a media tostatura per 18 mesi quindi in bottiglia per altri 6 mesi prima della immissione sul mercato.  

Alla vista si presentava con un colore rosso violaceo molto intenso bellissimo da vedere.

Al naso è molto elegante e intenso; i profumi sono ancora prevalentemente fruttati, dove si mettono in evidenza i piccoli frutti di bosco neri (mora e mirtillo), ciliegia Bigarrau,  poi fuoriescono sentori speziati di pepe nero, note balsamiche di china e rabarbaro, poi note terrose e di liquerizia. Il legno si percepisce ma è assolutamente in armonia e non copre tutti gli altri profumi.
Il bouquet è ampio con ottime potenzialità di evoluzione futura.

In bocca è molto sapido, fresco e corrispondente al naso; ha un corpo possente con tannini ancora spigolosi ma "nobili" ed è anche molto persistente.

Si tratta di un vino con ottime potenzialità di evoluzione futura. Speriamo di poterlo assaggiare tra qualche anno.

Gli altri vini Ve li descriverò a seguire.

A presto e buone degustazioni a tutti!

B.D.

lunedì 18 maggio 2015

Soave D.O.C. 2014 - Azienda Agricola La Cappuccina

Buongiorno a tutti sono molto contento di essere di nuovo con Voi. 
Devo ringraziarVi per i numerosi accessi al mio Blog "Vinodegustando". 
Spero che lo troviate tutti interessante e che Vi sia utile. 
Se volete lasciare Commenti sui singoli vini, sono benvenuti, così come i Commenti e Consigli sul Blog. Il Vostro parere e i Vostri consigli sono per me molto importanti perchè mi permettono di apportare modifiche che potrebbero far aumentare ulteriormente il Vostro gradimento.

Buona serata a tutti gli "Enonauti" del mondo.

Oggi purtroppo non Vi descriverò un vino acquistato direttamente in Cantina, bensì al supermercato.
Il vino è il Soave D.O.C. 2014 prodotto dall' Azienda Agricola La Cappuccina, sita a Costalunga di Monteforte d’Alpone in provincia di Verona.

Alla Vista il vino si presenta di un bel giallo paglierino non tanto carico luminoso, con riflessi verdognoli.
Al Naso non è tanto intenso, e a bicchiere fermo di buona eleganza; purtoppo però facendolo girare nel calice, fuoriescono note poco fini. Si sentono anche profumi agrumati di cedro, sentori di pesca bianca e albicocca, note floreali di biancospino e ginestra e note di erbe aromatiche di Timo.
In Bocca è abbastanza intnso, sapido e fresco, grazie ad una buona spalla acida che lo sostiene e gli dona inoltre una buona persistenza; è corrispondente al naso  e il corpo è ad eguato alla tipologia di vino. Piacevole finale di note agrumate e radice di liquerizia.

E' un vino di non tante pretese ma che può essere piacevolmente abbinato a cibi estivi come il pesce.

Buone degustazioni a tutti!

B.D.












sabato 9 maggio 2015

Weinberg Dolomiten Weiss I.G.T. 2010 - "Praesepium" - Azienda Agr. Stachlburg - Baron Von Kripp

Buona serata e buon w.e. a tutti gli affezionati lettori di "VinoDegustando"!

Questa sera Vi descriverò un vino di una piccolissima cantina dell'Alto Adige, sita a Parcines in provincia di Bolzano.

Si tratta di un vino bianco e precisamente il Weinberg Dolomiten Weiss I.G.T. "Praesepium" del 2010, ottenuto da una vendemmia tardiva di uve Sauvignon raccolte nei vigneti del castello di Wolfsthurn di Andriano in Val d´Adige.

Alla Vista è di un color giallo paglierino brillante con riflessi dorati.

Al Naso non è intenso ma legantissimo, minerale, balsamico, con note di agrumi dolci (cedro e bergamotto) e sentori floreali di glicine e forsizia.

In Bocca è la fotocopia di quanto sentito al naso; l'elevata acidità lo rende freschissimo e sapido. Ha un corpo esile ma il vino in bocca è molto armonioso; purtroppo non è molto persistente, anche se dopo qualche secondo  ritornano le freschissime note agrumate che finiscono con la liquerizia dolce.
Il residuo zuccherino elevato, unito alla spiccata acidità rende questo vino molto piacevole soprattutto da abbinare con i formaggi anche erborinati.

E' un vino sicuramente di grande interesse, che regge anche invecchiamenti di 7-8 anni e forse più.
Complimenti al produttore!

Buone degustazioni a tutti!

B.D.










domenica 3 maggio 2015

Puglia I.G.T Aleatico dolce 2012 - Azienda Agricola Polvanera

Buongiorno a tutti sono molto contento di essere di nuovo con Voi. 
Devo ringraziarVi per i numerosi accessi al mio Blog "Vinodegustando". 
Spero che lo troviate tutti interessante e che Vi sia utile.
Se volete lasciare Commenti sui singoli vini, sono benvenuti, così come i Commenti e Consigli sul Blog. Il Vostro parere e i Vostri consigli sono per me molto importanti perchè mi permettono di apportare modifiche che potrebbero far aumentare ulteriormente il Vostro gradimento.

Buongiorno e buona domenica amici "Enonauti", affezionati lettori di questo Blog.

Oggi Vi descriverò un altro vino dell'Azienda Agr. Polvanera di Gioia del Colle in provincia di Bari. 
Si tratta del Puglia I.G.T Aleatico dolce 2012, prodotto da questa ottima Cantina Pugliese.
Se volete maggiori informazioni su questa realtà vitivinicola dell'entroterra pugliese, potete andare a leggere il Post pubblicato su questo Blog in data 08-04-2015.
L'Aleatico è un vitigno coltivato soprattutto in Toscana e maggiormente sull'isola d'Elba e anche se con minor diffusione in Puglia.

Ma ora passiamo alla degustazione di oggi:

Alla vista è di un bellissimo colore rosso rubino non molto carico, con riflessi violacei.

Al naso non è tanto intenso, resinoso, con note di piccoli frutti rossi (fragoline di bosco, ribes, mirtilli e lamponi) e setori floreali di viola.

In bocca è molto fresco e sapido, abbastanza persistente ed intenso con corpo esile. 
E' un vino di moderata dolcezza, da abbinare a pasticceria a base di mandorla.

Devo dire che questo vino non è certo il migliore di questa Azienda.
Arrivederci a presto e buone degustazioni a tutti!

B.D.

sabato 2 maggio 2015

Coste della Sesia D.O.C."La Crotta Spanna" 2012 - Cantina Delsignore

Buongiorno a tutti sono molto contento di essere di nuovo con Voi. 
Devo ringraziarVi per i numerosi accessi al mio Blog "Vinodegustando". 
Spero che lo troviate tutti interessante e che Vi sia utile. 
Se volete lasciare Commenti sui singoli vini, sono benvenuti, così come i Commenti e Consigli sul Blog. Il Vostro parere e i Vostri consigli sono per me molto importanti perchè mi permettono di apportare modifiche che potrebbero far aumentare ulteriormente il Vostro gradimento.

Buonaserata e buon w.e. a tutti gli "enonauti" del mondo e assidui lettori di "VinoDegustando".

Oggi Vi descriverò un altro vino della Cantina Delsignore sita a Gattinara in provincia di Vercelli.
Se Vi interessa avere qualche informazione in più su questa piccola Azienda, Vi consiglio di andarVi a leggere il Post che ho pubblicato il 01 Gennaio di quest'anno su "VinoDegustando".

Venendo al vino di oggi, si tratta del Coste della Sesia D.O.C. 2012  "La Crotta Spanna"; Spanna è il nome del clone di Nebbiolo che si utilizza nella zona di Gattinara.
Questo vino subisce un invecchiamento di almeno 6 mesi in botti di rovere ed un affinamento di almeno altrettnto tempo in bottiglia.

Alla Vista si presenta di un rosso granato, con unghia tendente al mattonato; di bella lucentezza e di colore vivo.

Al Naso è chiuso ma molto elegante, con sentori di ciliegia, frutta disidratata (prugna e albicocca), note floreali di viola, sentori balsamici, spezie, grafite, terra, liquerizia e cuoio; si può certamente affermare che siamo di fronte ad un bouquet molto ampio e variegato.

In Bocca tutto ciò che si è sentito al naso lo si ritrova e il vino è sapido e fresco; purtroppo l'armonia non è ancora al massimo di quello che questo vino potrebbe esibire e il corpo è un po' esile. La persistenza è abbastanza buona ma non è lunghissimo.

Si tratta di un vino che al naso in questo momento si esprime sicuramente molto meglio di quello che poi dimostra di essere in bocca; forse avrebbe bisogno di un maggior periodo di affinamento in bottiglia, anche perchè ha un buon potenziale di invecchiamento (almeno 6-7 anni). Comunque si tratta di un buon prodotto. 
Buone degustazioni a tutti!

B.D.

venerdì 1 maggio 2015

Malvasia dell'Emilia I.G.T. 2012 - "Valle di Sivizzano" - Azienda Agr. Vigna Cunial

Buongiorno a tutti sono molto contento di essere di nuovo con Voi. 
Devo ringraziarVi per i numerosi accessi al mio Blog "Vinodegustando". 
Spero che lo troviate tutti interessante e che Vi sia utile. 
Se volete lasciare Commenti sui singoli vini, sono benvenuti, così come i Commenti e Consigli sul Blog. Il Vostro parere e i Vostri consigli sono per me molto importanti perchè mi permettono di apportare modifiche che potrebbero far aumentare ulteriormente il Vostro gradimento.
 
Carissimi amici "Enonauti" buona serata e buon w.e!

Oggi vi descriverò le mie sensazioni degustative di un altro vino dell'Azienda Agricola "Vigna Cunial" che si trova in Emilia Romagna e precisamente a Traversetolo (PR).

Se volete informazioni sull'Azienda andate a leggere il mio Post sul Malvasia dell'Emilia Romagna Vino Spumante Brut - "Monte Roma" pubblicato su questo Blog il 06 Settembre 2014.

Per venire al vino di oggi, si tratta di un Vino bianco, ottenuto da Uve Malvasia.

Alla vista si presenta con un bel colore giallo paglierino-oro abbastanza carico.

Al naso si presenta abbastanza chiuso e non elegantissimo a causa di note ossidative abbastanza avanzate; si percepiscono inoltre note agrumate di bergamotto, sentori fruttati di mango, note erbacee e qualche accenno minerale.
In bocca il vino sapido, fresco, intenso, però è disarmonico a causa sia dell'alcool che di una mancanza di armonia generale tra le componenti del vino. Il corpo è buono, la persistenza anche e nel finale si percepisce una nota di liquerizia amara.

Si tratta di vino che ha già superato la sua massima espressione e sta decisamente decadendo.
A presto e buone degustazioni a tutti!

B.D.